sabato 19 maggio 2018

Leggi il nuovo articolo del Dott. Meneghini apparso su LinkedIn:

Rinoplastica & COME SI DIVENTA CHIRURGHI ESPERTI DI RINOPLASTICA?

https://www.linkedin.com/pulse/rinoplastica-come-si-diventa-chirurghi-esperti-di-fabio-meneghini/ 

In Italia, l’iter formativo del chirurgo che effettua l’intervento di rinoplastica non è unico e standardizzato. Sono infatti tre i corsi di specializzazione che prevedono, nel loro piano di studi, l’insegnamento delle materie indispensabili per affrontare questa chirurgia: chirurgia maxillo-facciale, chirurgia plastica e otorinolaringoiatria.
In realtà, il professionista che vuole affrontare serenamente e con competenza una chirurgia così difficile e dalle mille sfaccettature deve necessariamente arricchire le conoscenze acquisite con il diploma di specialità attraverso:
• lo studio teorico dell’argomento su testi e riviste scientifiche.
• la frequenza assidua in sala operatoria al fianco di colleghi di provata esperienza.
• la partecipazione a corsi formativi e d’aggiornamento, meglio se con esercitazione pratica dell’allievo sul cadavere, per l’approfondimento dell’anatomia e della tecnica chirurgica.
Va sottolineato che l’attività di studio e di aggiornamento è dispendiosa sia dal punto di vista economico (acquisto dei libri e delle riviste, iscrizione ai corsi, ecc.), sia dal punto di vista del tempo impiegato.
In alcune nazioni, il paziente ha il diritto di prendere visione del curriculum del proprio medico prima di sottoporsi all’intervento.

Prima di andare dal chirurgo, se vuoi altre notizie sulla chirurgia nasale, scarica gratuitamente il mio libro dal titolo “LA TUA RINOPLASTICA”. Lo trovi sul sito www.fabiomeneghini.it/scarica-il-libro-gratis 

mercoledì 16 maggio 2018

Leggi il nuovo articolo del Dott. Meneghini apparso su LinkedIn:

Rinoplastica & NASO BILANCIATO

https://www.linkedin.com/pulse/rinoplastica-naso-bilanciato-fabio-meneghini/



Rinoplastica & NASO BILANCIATO
Qualche notizia utile sulla chirurgia nasale estetica, funzionale e ricostruttiva – di Fabio Meneghini

Ho lavorato pochissimo per modificare il profilo di Rosina Ferrara, la ragazza di Capri ritratta da John Singer Sargent nel 1878. Il suo naso, un po’ grande, sta bene con la sua mandibola pronunciata, il suo viso e le tinte della sua pelle e dell’isola di Capri. È un capolavoro!
Quando ho composto il pre- e il post-operatorio di Rosina con Photoshop quasi non vedevo la differenza tra le due immagini.
Ma quale consiglio, al giorno d’oggi, mi sento di dare alle mie pazienti con un profilo simile a quello di Rosina?
Semplice, la mia proposta è quella di realizzare un “NASO BILANCIATO”, il “BALANCED NOSE” degli anglosassoni, quel naso che mantiene un discreto volume e corregge, con piccole modifiche, la piramide nasale.
L’obiettivo è la naturalezza del risultato e il mantenimento della respirazione.
Dal punto di vista della tecnica operatoria il “NASO BILANCIATO” è una sfida impegnativa per il chirurgo. Ogni parte del naso – radice, dorso e punta – va modificata in modo sottile, delicato, senza stravolgimenti… senza esagerazioni. È un lavoro di cesello, di equilibrio, una vera e propria rinoscultura.

Prima di andare dal chirurgo, se vuoi altre notizie sulla chirurgia nasale, scarica gratuitamente il mio libro dal titolo “LA TUA RINOPLASTICA”. Lo trovi sul sito www.fabiomeneghini.it/scarica-il-libro-gratis

domenica 13 maggio 2018

Leggi il nuovo articolo del Dott. Meneghini apparso su LinkedIn:

Rinoplastica & ANGOLO NASOLABIALE

https://www.linkedin.com/pulse/rinoplastica-angolo-nasolabiale-fabio-meneghini/ 


Qualche notizia utile sulla chirurgia nasale estetica, funzionale e ricostruttiva – di Fabio Meneghini

Il naso di profilo della poetessa Laura Battiferri (Urbino 1523 – Firenze 1589), è arrivato ai giorni nostri grazie al ritratto del Bronzino.
Per “correggere” il capolavoro del famoso pittore si sono rese necessarie queste modifiche:
- approfondire un po’, direi “scavare”, la radice del naso,
- raddrizzare il modesto gibbo sino a ottenere un profilo del dorso dritto,
- alzare il profilo dell’ala nasale,
- “aprire” l’ANGOLO NASOLABIALE.
L’ANGOLO NASOLABIALE chiuso è un tratto maschile che, se esasperato, è definito con il termine di ptosi della punta, punta che risulta ruotata all’ingiù. Il naso è lungo, attira l’attenzione e nasconde il labbro superiore.
"Aprire" l’ANGOLO NASOLABIALE è spesso un passaggio fondamentale per dare equilibrio al naso e ai suoi rapporti con il resto del viso. Ma non bisogna esagerare. Ruotare troppo all’insù la punta del naso è un tipico errore: le narici diventano troppo evidenti, il labbro superiore sembra invecchiato e il risultato appare innaturale.
Chissà se Laura Battiferri, guardando i ritratti di Simonetta Vespucci di Sandro Botticelli e di Pietro di Cosimo ha pensato alla rinoplastica della punta e all’ANGOLO NASOLABIALE?

Prima di andare dal chirurgo, se vuoi altre notizie sulla chirurgia nasale, scarica gratuitamente il mio libro dal titolo “LA TUA RINOPLASTICA”. Lo trovi sul sito
http://www.fabiomeneghini.it/scarica-il-libro-gratis/ 

giovedì 10 maggio 2018

 Leggi il nuovo articolo del Dott. Meneghini apparso su LinkedIn:
https://www.linkedin.com/pulse/rinoplastica-tutto-quello-che-possiamo-fare-assieme-per-meneghini/

 
Qualche notizia utile sulla chirurgia nasale estetica, funzionale e ricostruttiva – di Fabio Meneghini

Rinoplastica & TUTTO QUELLO CHE POSSIAMO FARE ASSIEME PER RIDURRE IL SANGUINAMENTO

Oggi, rispettando alcune regole ben precise, l’intervento di rinoplastica avviene in tutta sicurezza e con una minima perdita di sangue durante l’intervento. Il beneficio principale è una rapida ripresa del paziente che recupera le forze e riprende presto una vita pressoché normale.
Per ridurre il sanguinamento dobbiamo agire assieme: paziente, chirurgo e anestesista. Ecco come:

• Studiando, attraverso le indagini preoperatorie (esami del sangue, domande sullo stato di salute, documenti riguardanti la storia clinica del paziente), eventuali problemi riguardanti il sangue, la sua coagulazione e la pressione arteriosa.
• Evitando di assumere aspirina o altri farmaci contenenti acido acetilsalicilico nelle due settimane precedenti l’intervento.

• Iniettando il naso, durante l’intervento, con sostanze in grado di rallentare localmente l’afflusso di sangue.
• Utilizzando una tecnica chirurgica rispettosa dei tessuti maggiormente vascolarizzati.

• Cauterizzando eventuali vasi sanguinanti durante l’intervento.
• Mantenendo sotto controllo la pressione arteriosa durante e dopo l’intervento.

• “Ricucendo” alla perfezione le incisioni praticate all’inizio dell’intervento.
• Accettando, in alcuni casi, nelle 24 ore successive all’intervento, la presenza di un tampone di materiale soffice all’interno di ognuna delle due fosse nasali.

• Mantenendo la testa in posizione elevata rispetto al corpo durante l’intervento e nel periodo postoperatorio.

• Applicando, con delicatezza, del ghiaccio sulla piramide nasale e sulla fronte nelle ore successive all’intervento.

• Evitando accuratamente i traumi nasali dopo l’intervento.

La collaborazione, ancora una volta, è fondamentale per la buona riuscita e la sicurezza della rinoplastica.

Prima di andare dal chirurgo, se vuoi altre notizie sulla chirurgia nasale, scarica gratuitamente il mio libro dal titolo “LA TUA RINOPLASTICA”. Lo trovi sul sito www.fabiomeneghini.it/scarica-il-libro-gratis 

venerdì 4 maggio 2018

 Leggi il nuovo articolo del Dott. Meneghini apparso su LinkedIn:
https://www.linkedin.com/pulse/rinoplastica-collaborazione-distanza-fabio-meneghini/




Da quali città arriveranno i miei futuri pazienti?
Con un po’ per curiosità ho controllato i messaggi e-mail di contatto ricevuti negli ultimi quindici giorni dai nuovi aspiranti pazienti. Questa è la lista delle località in ordine alfabetico: Bergamo, Bologna, Catania, Firenze, Forlì, Macerata, Mantova, Milano, Modena, Novara, Padova, Pesaro, Ravenna, Reggio Emilia, Roma, Salerno, Taranto, Tunisia e Vibo Valentia.
Per alcuni di loro non ci sono particolari problemi ad incontrarmi in quanto ho più sedi ambulatoriali dove organizzare la prima e le successive visite; altri invece abitano lontano ma per loro ho soluzioni per collaborare a distanza. Eccone alcune:
- attraverso il mio indirizzo info@fabiomeneghini.it possono inviarmi referti di visite già eseguite, di radiografie ed esami precedenti ma anche farmi delle domande, richiedere dei preventivi e inviarmi le foto del loro viso,
- sempre attraverso il mio indirizzo info@fabiomeneghini.it possono avere da me, gratuitamente in formato .pdf: il mio libro sulla rinoplastica, una richiesta intestata di TAC del massiccio facciale da presentare al loro medico e un file contenente le istruzione per fare, con l’aiuto di un amico, una serie completa di fotografie del loro viso (di fronte, di profilo, di mezzo profilo, etc.) da inviarmi.
- per un dialogo “meno dilatato” e più diretto ho anche un numero di cellulare (391-1548122) al quale possono chiamarmi. E se non riesco a rispondere mi lasciano un messaggio e li richiamerò quando posso.
Ma organizzandosi per tempo e senza troppo dispendio di denaro, per fare una visita con me a Bergamo o Bologna si può prendere l’aereo. Con un volo Ryanair, anche con andata e ritorno in giornata, i miei futuri pazienti arriveranno numerosi da Bari, Brindisi, Cagliari, Catania, Lamezia Terme, Napoli, Palermo, Pescara…
In ogni caso, per prendere la decisione più importante, se fare o meno la rinoplastica con il Dott. Meneghini, chiedo sempre un incontro “vero”, non virtuale, con il nuovo paziente della durata di almeno quaranta minuti… e un ultimissimo incontro il giorno dell’intervento per riepilogare assieme tutti i dettagli e rispondere ancora una volta alle domande. Sempre… poco prima di andare in sala operatoria!

Prima di andare dal chirurgo, se vuoi altre notizie sulla chirurgia nasale, scarica gratuitamente il mio libro dal titolo “LA TUA RINOPLASTICA”. Lo trovi sul sito www.fabiomeneghini.it/scarica-il-libro-gratis