martedì 16 ottobre 2018

Leggi il nuovo articolo del Dott. Meneghini apparso su LinkedIn:
Rinoplastica & LA SCELATA DEL CHIRURGO
https://www.linkedin.com/pulse/rinoplastica-la-scelta-del-chirurgo-fabio-meneghini/?published=t

Scegliere il chirurgo non è facile. In questo articolo proverò a darti le informazioni chiave per prendere una decisione, per aiutarti a scegliere il tuo chirurgo.

Prima di tutto diamo un’occhiata alle pagine web.
Un buon chirurgo riserva molto spazio del suo sito alla chirurgia nasale. Ha tante foto del viso di pazienti prima e dopo l’intervento chirurgico. Le informazioni non mancano mai, molti sono gli aspetti trattati e traspare una certa passione, una dedizione specifica per la rinoplastica.
Altri invece si propongono come dei factotum; dei chirurghi in grado di fare un po’ di tutto. Sembra che lavorano indifferentemente dalla testa ai piedi, per così dire…. e la parola rinoplastica occupa solo un riga in una lunga lista di procedure riportata nella home page. Questo non è un buon segno.

Un altro consiglio. Contatta sempre il chirurgo prima di fissare la visita. Inviagli una mail con le tue domande e descrivi bene le tue richieste. Fai tu la prima mossa. Un buon chirurgo del naso risponde volentieri e personalmente quando un nuovo paziente lo contatta. I più attenti allegano alla risposta un testo da leggere per aiutarti ad affrontare l’argomento della chirurgia nasale.

E per finire, un altro passaggio importante: il tuo primo incontro con un chirurgo del naso. Quando sei con lui, ricordati di questi punti:
- la visita non dura qualche minuto ma più di mezz’ora,
- andranno scattate almeno dieci foto diverse del tuo viso. In alcune di queste ti verrà chiesto di sorridere, mentre nelle altre dovrai mantenere il viso rilassato.
- a ogni tua domanda deve seguire una risposta chiara, comprensibile,
- il chirurgo non parlerà solo di estetica ma anche di respirazione nasale;
- anche le possibili complicanze e i fattori limitanti al raggiungimento del risultato desiderato andranno affrontati assieme.
- di sicuro saranno richiesti degli approfondimenti per studiare internamente il tuo naso; di solito si tratta di una TAC (ne ho parlato in un altro articolo pubblicato si LinkedIn).
- al termine della visita, prima di salutarti, verrà fissato un nuovo incontro prima di programmare l’intervento chirurgico vero e proprio.

L’ultimissimo consiglio: dopo la prima visita con un chirurgo, fermati, non avere fretta e pensa bene se continuare con lui o cercarne un altro.
 
Prima di andare dal chirurgo, se vuoi altre notizie sulla chirurgia nasale, scarica gratuitamente il mio libro dal titolo “LA TUA RINOPLASTICA”. Lo trovi sul sito www.fabiomeneghini.it


sabato 25 agosto 2018

Leggi il nuovo articolo del Dott. Meneghini apparso su LinkedIn:

Rinoplastica & CHIRURGIA ORTOGNATICA
https://www.linkedin.com/pulse/rinoplastica-chirurgia-ortognatica-fabio-meneghini/
Rinoplastica & CHIRURGIA ORTOGNATICA
Qualche notizia utile sulla chirurgia nasale estetica, funzionale e ricostruttiva – di Fabio Meneghini
Talvolta la rinoplastica non basta e lo studio fotografico delle proporzioni del viso lo dimostra.
Se il mento è piccolo e sfuggente, se non emerge dal collo, il naso sembra grande e sporgente. In questo caso, la sola rinoplastica non basta per dare equilibrio al volto e dobbiamo incrementare il volume e la proiezione del mento con la mentoplastica.

Altre volte abbiamo il problema opposto. Nella foto a sinistra possiamo vedere un caso di iposviluppo della mascella associato a una crescita eccessiva della mandibola con masticazione inversa. Si tratta di una deformità dentoscheletrica di terza classe che richiede un trattamento al tempo stesso ortodontico e chirurgico. Nel caso specifico è stato applicato un apparecchio ortodontico fisso, ad entrambe le arcate dentali, per allineare la dentatura; successivamente la paziente è stata sottoposta alla rinoplastica associata ad avanzamento della mascella e riduzione della mandibola (CHIRURGIA ORTOGNATICA).
Prima di sottoporsi alla rinoplastica ogni dettaglio relativo alle proporzioni facciali deve essere studiato e compreso tanto dal chirurgo quanto dal suo paziente. L’obiettivo estetico più importante è l’armonia tra le varie componenti del viso e non la forma del naso in sé.
Prima di sottoporti all’intervento al naso accertati quindi che il tuo chirurgo abbia studiato ogni aspetto del tuo viso; se hai dubbi o ritieni che l’approccio sia stato frettoloso, evasivo o privo di attenzioni, riservati di fare visita con un chirurgo maxillo-facciale esperto di CHIRURGIA ORTOGNATICA.
Prima di andare dal chirurgo, se vuoi altre notizie sulla chirurgia nasale, scarica gratuitamente il mio libro dal titolo “LA TUA RINOPLASTICA”. Lo trovi sul sito www.fabiomeneghini.it

martedì 14 agosto 2018

Leggi il nuovo articolo del Dott. Meneghini apparso su LinkedIn:

Rinoplastica & CHIRURGIA ULTRASONICA – 2
https://www.linkedin.com/pulse/rinoplastica-chirurgia-ultrasonica-2-fabio-meneghini/?published=t

Rinoplastica & CHIRURGIA ULTRASONICA – 2
Qualche notizia utile sulla chirurgia nasale estetica, funzionale e ricostruttiva – di Fabio Meneghini
Nel primo articolo ho introdotto i principi tecnologici e teorici alla base della RINOPLASTICA ULTRASONICA.
Vediamo quindi gli obiettivi pratici che si possono raggiungere con questa metodica:
1– Ridurre il sanguinamento intraoperatorio e postoperatorio attraverso ridotto trauma alle mucose nasali interne (altamente vascolarizzate) e dei vasi sanguigni sottocutanei. Il “lavoro” viene effettuato direttamente sulle strutture ossee senza rischio di danneggiare i tessuti al di sopra e al di sotto delle stesse.
2– Ridurre le ecchimosi cutanee e il gonfiore postoperatorio proprio attraverso un ridotto trauma dei tessuti.
3– Modellare le ossa nasali senza l’uso di martello e scalpello sostituiti da un’azione più lenta e delicata dello strumento ultrasonico.
4– Evitare in molti casi l’uso dei tamponi nasali, grazie alla ricomposizione conservativa delle strutture nasali
5– Ridurre le irregolarità residue del dorso e delle pareti nasali grazie a una correzione progressiva e più precisa del gibbo (la cosiddetta “gobba nasale”) e delle ossa nasali.
La RINOPLASTICA ULTRASONICA richiede qualche minuto di lavoro in più per il chirurgo, la disponibilità di uno strumentario moderno anche se non particolarmente costoso assieme alla conoscenza della metodica e degli strumenti (Piezosurgery) ma permette risultati, a breve e a lungo termine, superiori e vantaggi immediati ­per lo stato di benessere postoperatorio del paziente.
Prima di andare dal chirurgo, se vuoi altre notizie sulla chirurgia nasale, scarica gratuitamente il mio libro dal titolo “LA TUA RINOPLASTICA”. Lo trovi sul sito
www.fabiomeneghini.it/scarica-il-libro-gratis

venerdì 3 agosto 2018

Leggi il nuovo articolo del Dott. Meneghini apparso su LinkedIn:

Rinoplastica & PER TANTI MA NON PER TUTTI


Rinoplastica & PER TANTI MA NON PER TUTTI
Qualche notizia utile sulla chirurgia nasale estetica, funzionale e ricostruttiva – di Fabio Meneghini

La chirurgia nasale può essere d’aiuto a molte, moltissime persone. Per scherzo, ma non poi tanto, potrei scommettere che in ogni condominio d’Italia c’è almeno una persona con il setto deviato che respira con difficoltà… o una ragazza che soffre per l’aspetto esteriore del suo naso, naso che toglie bellezza e armonia al suo viso… per non parlare dei tanti che hanno rotto il naso giocando a basket oppure a calcio con gli amici.
Moltissime persone quindi soffrono per i loro “problemi di naso” ma non per questo tutte meritano di essere operate.
Una prima categoria riguarda i “PERFEZIONISTI” che possiamo riconoscere attraverso queste domande:
– Presti attenzione ai dettagli?
– Sei sempre indeciso quando devi scegliere il colore della cravatta?

– Ti arrabbi anche per il più piccolo striscio sulla carrozzeria della tua auto?
– Vorresti un mondo perfetto?
Forse sei un PERFEZIONISTA… e forse la rinoplastica non fa per te!
Devo ancora conoscere un PERFEZIONISTA capace di vivere in pace con se stesso.
Attraverso la rinoplastica, otteniamo spesso risultati positivi. Il nostro aspetto è migliore, la respirazione nasale è facilitata e un senso generale di benessere fisico e psichico ci conferma che abbiamo fatto la scelta giusta.
In alcuni casi, purtroppo, non è così. Una situazione ben conosciuta e spiacevole riguarda quel gruppo di pazienti che, a dispetto di un risultato estetico e funzionale complessivamente buono, continuano a tormentare se stessi, i loro familiari e lo staff chirurgico per “una piccola irregolarità della punta del naso”, “una lieve asimmetria del dorso...”
Invece di accontentarsi ed essere grati per il risultato ottenuto, si concentrano su un piccolo particolare che non va e sulla loro testarda determinazione a migliorarlo.

Se ti riconosci in questo gruppo di persone, quello dei “PERFEZIONISTI” per intenderci, confidati apertamente con il chirurgo sin dalla prima visita. E in ogni caso, non fare mistero delle tue aspettative e ACCETTA QUELLO CHE NON PUOI CAMBIARE.
In tutti i campi ci sono situazioni che dobbiamo affrontare. Ci sono cose che possiamo cambiare, cose sulle quali possiamo esercitare il nostro controllo. Ma ci sono anche cose su cui non possiamo fare niente.

Anche nelle mani migliori, la rinoplastica ha dei limiti, dei confini ed è importante che questi siano affrontati, chiariti e soprattutto accettati.

Un naso lungo può essere accorciato, un viso lungo no.
Un naso grande può essere rimpicciolito, ma non potrà mai essere piccolo.
Una punta larga può essere migliorata, ma non potrà mai essere strettissima...

Quando il naso non è centrato rispetto al viso (altri termini per definire questa condizione sono deviazione o asimmetria del naso) dobbiamo aspettarci dall’intervento una centratura parziale in quanto la perfetta messa in asse è difficile da ottenere.
Discuti preventivamente con il chirurgo questi fattori limitanti, applicali al tuo caso specifico e ricordati di ACCETTARE QUELLO CHE NON PUOI CAMBIARE.

Prima di andare dal chirurgo, se vuoi altre notizie sulla chirurgia nasale, scarica gratuitamente il mio libro dal titolo “LA TUA RINOPLASTICA”. Lo trovi sul sito www.fabiomeneghini.it/scarica-il-libro-gratis

sabato 28 luglio 2018

Leggi il nuovo articolo del Dott. Meneghini apparso su LinkedIn:

Rinoplastica & NASO STORTO

Rinoplastica & NASO STORTO
Qualche notizia utile sulla chirurgia nasale estetica, funzionale e ricostruttiva – di Fabio Meneghini

Dalla foto risulta evidente che il naso di Mark Zuckerberg è un po’ storto; si può dire anche torto o, per la precisione, deviato. L’ipotesi più probabile è che sia tutto dovuto a un trauma in età infantile; forse a una caduta dal seggiolone quand’era piccolo, a una pallonata o una gomitata. Chissà, dovrei chiederlo a Mark Zuckerberg in persona ma non è cosa facile da farsi… ci conosciamo appena e non saprei come intavolare il discorso.
La forma del naso non dipende solamente dall’eredità genetica, ma, come nel caso dell’illustre americano, anche dagli innumerevoli traumi che la vita gli riserva.

Qualora il naso sia fratturato e deformato da un trauma, con molta frequenza, le pareti laterali (le ossa nasali) e il supporto centrale (il setto) sono coinvolte. Se il setto è fratturato, piegato o deviato, si produce un’ostruzione delle fosse nasali, con difficoltà alla respirazione.
Per ottenere un adeguato raddrizzamento del setto e delle ossa nasali, il chirurgo deve intervenire mobilizzando e riposizionando le strutture portanti del naso.
Si tratta di un difficile intervento ricostruttivo con obiettivi sia estetici che funzionali.
Purtroppo, anche nelle migliori mani, si può ottenere un miglioramento ma difficilmente il naso ritornerà simmetrico ed è meglio avvisare il paziente che la perfezione è l’eccezione e non la regola.

Prima di andare dal chirurgo, se vuoi altre notizie sulla chirurgia nasale, scarica gratuitamente il mio libro dal titolo “LA TUA RINOPLASTICA”. Lo trovi sul sito www.fabiomeneghini.it/scarica-il-libro-gratis